Trovare clienti per lavorare da casa come programmatore, grafico, designer e marketing

 
 
diventare freelance siti
 

Se il tuo sogno è quello di lavorare da casa come programmatore informatico, grafico, designer o esperto marketing ci sono buone notizie dal mondo dei freelance. Infatti esistono molte piattaforme che ti permettono di entrare in contatto con le aziende che cercano professionisti per incarichi a tempo, agevolandoti molto nella ricerca del lavoro. Ti faccio ora una rapida panoramica delle piattaforme principali.

  • Upwork. Cos’è e come funziona
     
    upwork come funziona

    Upwork è una delle piattaforme che maggiormente viene utilizzata dai freelance, soprattutto nell’ambito della grafica, del design e del web. Si tratta di una piattaforma completamente in inglese ma viene utilizzata anche da aziende italiane (oltre che di tutto il mondo). È anche vero che la grafica è grafica e non ha lingua, ma ti consiglio di iscriverti alla piattaforma se hai comunque una conoscenza almeno scolastica della lingua inglese. La piattaforma è molto semplice e funziona come un qualsiasi altro marketplace. Devi innanzitutto procedere con l’iscrizione, inserendo non solo i tuoi dati personali ma anche una foto e, soprattutto, un portfolio dei lavori realizzati in precedenza. Questo aspetto è molto importante perché tutti i potenziali clienti vorranno valutare prima le tue passate esperienze e solo dopo ti affideranno dei lavori. Una volta completata questa parte, puoi accedere alla sezione dei lavori che vengono suddivisi per tipologia. Quando individui quello che più ti interessa puoi inviare una proposta. Se viene accettata, devi iniziare la lavorazione vera e propria e completare il lavoro entro la data stabilità. Tutto il processo avviene tramite piattaforma, così come i pagamenti che sono tutti protetti dal sistema di Upwork. È possibile essere pagati a lavoro oppure ad ora lavorata. In entrambi i casi la piattaforma tratterrà una commissione che è pari al 20% per pagamenti fino a 500 dollari. Per i lavori successivi per lo stesso cliente, la piattaforma tratterrà il 10% fino a 10mila dollari e il 5% per importi superiori. La piattaforma ovviamente incoraggia rapporti continuativi fra i freelance e le aziende committenti.

  •  

  • Twago.it. Cos’è e come funziona
     
    twago come funziona

    Twago è un’altra piattaforma che si occupa di fornire ai propri utenti la possibilità di mettersi in contatto con le aziende che cercano esperti di marketing, grafici o programmatori per la realizzazione di piccoli lavori per siti ed altro. Negli ultimi anni questa piattaforma è cresciuta moltissimo e oggi può offrire ai freelance una valida opportunità per trovare nuovi clienti e farci conoscere sul mercato. Anche in questo caso, è necessario che tu ti iscriva alla piattaforma per poter vedere i lavori che sono a disposizione per essere completati. A differenza delle altre piattaforme, però, Twago non utilizza PayPal ma un sistema di pagamento alternativo che si chiama SafePay, altrettanto sicuro. Il costo dei lavori viene stabilito dal committente e la commissione che la piattaforma trattiene viene stabilita a monte e prelevata al committente e non al freelance. I professionisti che decidono di utilizzare questa piattaforma non avranno alcun costo in quanto l’iscrizione è completamente gratuita per tutta la durata dell’attività dell’account. La piattaforma opera anche nel mercato straniero per cui è un ottimo trampolino di lancio soprattutto per grafici, illustratori e programmatori che possono offrire le proprie competenze anche a mercati più remunerativi e vasti. La piattaforma, infine, permette anche di ricevere notifiche sui progetti disponibili in base alle preferenze inserite al momento dell’iscrizione, agevolando ulteriormente il lavoro dei freelance che, così, possono essere sempre avvisati in tempo reale della disponibilità di lavori in linea con le proprie competenze.

  •  

  • Freelancer.com. Cos’è e come funziona
     
    freelancer come funziona



    Freelancer.com è una piattaforma che negli ultimi anni ha permesso l’esternalizzazione di oltre 4 milioni di progetti, per un valore totale di circa 650 milioni di dollari. La piattaforma mette in contatto professionisti freelance con aziende che hanno un progetto ma difettano delle capacità tecniche per realizzarlo. Il sito funziona con la stessa filosofia di Ebay. Si partecipa ad una sorta di asta al ribasso e vince chi propone il prezzo più basso. Questo sistema sicuramente pone l’asticella dei pagamenti medi verso i valori minimi ma permette alla piattaforma di avere sempre un incredibile numero di offerte attive, forse il numero maggiore rispetto a tutte le altre piattaforme di Marketplace. Come per tutte le altre piattaforme che ti ho descritto fino ad ora, anche Freelancer.com richiede ai freelance di registrarsi sulla piattaforma, inserendo i propri dati personali, un breve profilo professionale e un ricco portfolio di ciò che si è realizzato fino ad ora. Una volta completata questa fase, inizia quella più difficile ossia devi imparare a muoverti all’interno della piattaforma. Infatti qui la concorrenza è molto agguerrita e prima di partecipare a qualche asta devi capire bene fino a quanto ti puoi spingere al ribasso per proporre i tuoi servizi, come scrivere una presentazione, etc. Per quanto riguarda i pagamenti, la piattaforma Freelancer.com utilizza come tramite il collaudato PayPal ma a questo punto, se hai seguito i miei consigli, dovresti già aver attivato il tuo account. I pagamenti previsti per i lavori offerti su Freelancer.com non sono altissimi ma mediamente variano dai 20 ai 150 dollari. La commissione trattenuta dalla piattaforma viene prelevata a monte, quindi il freelance non deve versare alcun pagamento per il lavoro svolto. Vale la pena iscriversi a questo sito se hai molti servizi da offrire e riesci a crearti una clientela numerosa e variegata.

  •  

  • Fiverr.com. Cos’è e come funziona
     
    fiverr come funziona

    L’ultima piattaforma che voglio illustrarti è Fiverr, un Marketplace che a differenza degli altri può essere interessante per una platea di freelance molto più vasta perché offre lavori non solo di grafica, web marketing e programmazione ma anche progetti di traduzione, realizzazione di contenuti, creazione di video, etc.
    Dopo aver provveduto alla solita registrazione sulla piattaforma, puoi iniziare ad operare e fornire i tuoi servizi. Controlla la pagina relativa ai lavori disponibili e prepara una triplice offerta per quello che ti interessa di più. La particolarità della piattaforma è che ti permette di fare tre diverse offerte con tre diversi prezzi per lo stesso lavoro. Le tre offerte si differenzieranno per la complessità dei servizi che comprendono. È il freelance che stabilisce il prezzo della sua prestazione e il costo può variare dai 5 ai 995 dollari. La piattaforma tratterrà una piccola commissione su ogni lavoro pagato dal committente. I pagamenti dei lavori sono immediati perché tutto avviene tramite PayPal e i soldi sono subito disponibili non appena il committente approva il lavoro eseguito, sempre attraverso la piattaforma. Ti consiglio l’utilizzo di Fiverr.com soprattutto se sei già un freelance esperto e sai quantificare il valore del servizio che offri.

 

Potrebbero interessarti anche...