Fare il Networker di professione

network marketing

Si sente sempre più parlare di network e dell’importanza di creare reti per sviluppare il proprio business. Questo aspetto è diventato talmente importante da diventare una vera e propria professione. Ovviamente una professione che puoi fare da casa. In che cosa consiste l’attività del networker? È adatta alle tue competenze e alle tue abilità? Scopriamolo insieme.

Cos’è il networker e il network marketing

Il networker è un professionista che vende se stesso. Si occupa, in pratica, di mettere i suoi contatti in relazione per creare sinergie professionali. Il networker lavora principalmente con il network marketing creando reti, vendite e guadagni per tutti. Si tratta di una professione relativamente nuova, ovviamente mutuata nel mondo anglosassone, che però in poco tempo ha conquistato anche l’Italia. Per iniziare questa attività occorre scegliere un prodotto o un servizio da promuovere. All’inizio si vende in prima persona (oppure on line) ma nel corso del tempo si fidelizzano altri venditori che si inseriscono all’interno della propria rete o network. In questo modo, il networker inizia a guadagnare sul lavoro degli altri: più venditori inserisci e più guadagni, senza alcuno sforzo. Negli anni successivi a quelli di avvio, il lavoro del networker si sposterà dalla vendita alla formazione in quanto occuperà il suo tempo nella formazione degli altri venditori. Si tratta, in pratica, dell’evoluzione del marketing piramidale ma in una forma più complessa e raffinata. Quella che inizialmente potrà essere, dunque, solo un’attività per arrotondare diventerà naturalmente e con semplicità una professione vera e propria, in grado di permettere anche guadagni molto interessanti.

Per diventare networker occorre avere ovviamente un profilo prettamente commerciale e non devono mai mancare doti di comunicazione e abilità nei rapporti umani. Negli ultimi anni il networker ricerca soprattutto i suoi contatti on line e per questo devono esserci anche grosse competenze di comunicazione soprattutto quella tramite web. Doti di auto-imprenditorialità saranno la ciliegina sulla torta di chi vuole intraprendere questa professione perché il networker è soprattutto un imprenditore di se stesso.

Bisogna sempre puntare alla luna. Mal che vada, si è comunque arrivati in mezzo alle stelle!!

I vantaggi di questa professione da casa

La professione del networker è la classica attività che può essere non solo svolta da casa ma anche secondo la propria disponibilità di tempo. Infatti non si tratta di una vendita reale e one to one per cui non necessita di una sede fissa o di un ufficio dove svolgere l’attività. I rapporti con i propri clienti e i venditori che fanno parte del proprio network possono essere tenuti ovunque, anche al bar oppure esclusivamente tramite mail e telefono. Mano a mano che la propria rete di contatti si allarga, l’impegno nell’attività paradossalmente diminuisce poiché sono gli altri venditori che svolgono il lavoro per noi. Per questo motivo, il networker è una delle migliori attività che non solo può essere svolta da casa ma anche nei ritagli di tempo disponibili da altre incombenze quotidiane.

I possibili guadagni del networker

Non vorrei sembrarti ripetitivo ma anche il networker che si occupa di fare network marketing può avere guadagni molto variabili che dipendono dall’impegno profuso, dal numero di clienti e da molti altri aspetti. Occorre un pochino di tempo per riuscire ad ingranare con la professione e all’inizio i guadagni sono abbastanza limitati. Dopo qualche tempo e a pieno regime, un networker con un’ottima rete di contatti e vendite può riuscire anche a realizzare guadagni molto elevati che superano le migliaia di euro. Di solito un networker opera attraverso un regime di partita IVA se i guadagni superano i 5000 euro l’anno. La partita IVA, soprattutto in Italia, però ha costi fissi per cui occorre calcolare anche questo aspetto quando si decide di operare in questo settore. Un buon commercialista o consulente saprà indicarci anche i costi che si devono sostenere per la gestione della partita IVA.

Un esempio concreto

Oggi voglio raccontarti la storia di chi ha iniziato l’attività di network marketing e ha avuto un’esperienza molto positiva che continua con grande soddisfazione. Prima di continuare la lettura, ti premetto che non è una storia di milionari o di una persona che ha avuto un tale successo da mollare tutto, diventare ricco o lasciare il proprio lavoro per vivere di rendita. Con questo non voglio affermare che non esistano veramente dei casi di successo di networkers in Italia. C’è però una moltitudine di persone che lo fa per arrotondare lo stipendio e perchè ha trovato nei prodotti che promuove una qualità che non si aspettava e che desidera diffondere tra le proprie conoscenze.

E’ il caso di Loris, quarantenne con un lavoro stabile, che ha cominciato per caso una nuova attività come incaricato vendite per un’azienda italiana. 

  • Loris, raccontaci come è iniziato tutto.
    Ciao, premetto che fino a un anno fa non conoscevo assolutamente questo mondo, neppure cosa volesse dire Network Marketing. E’ successo un pò per caso chiacchierando con un amico del più e del meno in una domenica qualunque. In quel periodo avevo fatto degli esami del sangue di routine, come spesso faccio ogni anno, almeno una volta per controllare che tutto fosse nella norma.

    Non ho per mia fortuna particolari problemi di salute, faccio una vita regolare, non sono un grande sportivo e devo ammettere che mi muovo poco, vuoi per un lavoro “da impiegato” che mi obbliga a stare 8 ore seduto davanti ad una scrivania, vuoi per la mia pigrizia e comodità nel raggiungere anche brevi destinazioni con mezzi pubblici o automobile. Per farla breve, i valori del mio colesterolo erano tutt’altro che entro i limiti.

    Ho portato gli esami dal mio medico di base che mi ha rassicurato dicendomi che non era un grosso problema ma nemmeno una cosa da sottovalutare. Mi ha consigliato di controllare al meglio la mia alimentazione suggerendomi una lista di cibi a basso contenuto di colesterolo. Considerando che il problema può anche essere familiare, non mi ha prescritto farmaci per abbassarlo visto che a suo avviso, tutto il resto, transaminasi compresa, era nella norma.

    Devo ammettere che l’uscita dal medico non mi ha tranquillizzato perchè ritenevo che la mia alimentazione fosse corretta. Ho cominciato ad informarmi meglio sulla questione, a variare la mia dieta e fare più sport con l’intenzione di ripetere gli esami 3/4 mesi più avanti.

    Nonostante tutto l’impegno, il colesterolo non era cambiato. Sempre troppo alto. Ne discutevo con questo mio amico, raccontandogli la delusione degli sforzi da me fatti. E lui, conoscendo la problematica, mi ha indicato un prodotto naturale per aiutarmi a risolvere questo piccolo problema di salute. Essendo un amico, ho seguito le sue raccomandazioni e devo dire che quell’esperienza mi ha davvero portato dei risultati. Ho scoperto successivamente che lui lavorava per questa azienda e mi ha suggerito la possibilità di collaborare con loro. E così ho fatto.
  • Quindi ora fai network marketing a tempo pieno?
    Assolutamente no. Continuo con il mio lavoro facendo il networker quando ho tempo. Il bello di questa attività è la piena libertà di organizzarsi come si vuole. Nel mio caso, lo faccio nei ritagli di tempo anche perchè non ho degli obblighi mensili nei confronti dell’azienda.
  • Possiamo sapere che azienda è e quanto guadagni?
    Preferisco non fare nomi perchè voglio rilasciare questa piccola intervista non tanto per reclamizzare prodotti o la mia attività, quanto per dare a chi sta leggendo una reale esperienza. Sul compenso voglio essere trasparente. In un mese ho raggiunto guadagni che vanno dai 350 alle 400 euro. Sono soddisfazioni e fanno comodo perchè posso lavorare da casa, in realtà ovunque perchè mi basta fare una telefonata o inviare una mail e, con internet sul telefonino, tutto questo si può fare anche sull’autobus mentre torno a casa.
  • Hai mai pensato di lasciare il tuo lavoro per dedicarti esclusivamente al network marketing?
    Credo che se ci metti passione in una cosa e investi maggior tempo, alla fine i risultati li porti a casa. Questo vale anche per il network marketing. In questo settore si può guadagnare tanto. Io mi ritengo ancora un principiante ma sono comunque soddisfatto. E’ un percorso in cui impari ogni giorno cose nuove, parti da zero e ti fai un pò le ossa. Naturalmente non devi arrenderti alle prime difficoltà. L’azienda organizza anche corsi di vendita e meeting che ti avvicinano agli altri venditori. Scambiarsi opinioni con chi ha più competenze è sicuramente un gran vantaggio. Al momento mi piace il mio attuale lavoro ma nella vita non si sa mai.
  • Hai dovuto investire soldi per iniziare?
    Assolutamente no. Ho provato il prodotto perchè mi serviva personalmente. In tal modo ho potuto constatare le proprietà e i benefici su me stesso. Successivamente per collaborare con l’azienda ho “investito” se questo è il verbo che possiamo usare una cifra veramente irrisoria di 20 euro.
    Ad oggi posso dire di esser riuscito a guadagnare senza soldi da investire e senza grandi fatiche.
  • Cosa diresti a chi vuole iniziare un’attività simile?
    Suggerirei anzitutto di non essere diffidente. Il network marketing non è una truffa come alcuni insinuano ma un’opportunità. Ti permette di collaborare e crescere insieme ad altre persone. Molto dipende da te, nessuno ti regala nulla. Se hai una mentalità da imprenditore, entrare nel mondo del Network Marketing rappresenta un ambiente fertile in cui trovare le condizioni favorevoli per fare business.

Grazie Loris per averi raccontato la tua esperienza!


Inizia una nuova carriera!

Se ti interessa il mondo del network marketing e hai bisogno di conoscere un’azienda solida italiana con cui collaborare, trovi maggiori informazioni in questa pagina.

Potrebbero interessarti anche...