Professione Tester

professione Tester

 

Il mercato del lavoro in continua e rapida evoluzione, la necessità di ricercare forma di reddito autonome o integrative del lavoro dipendente, la volontà di trasformare una passione in un’attività spingono sempre più persone a impegnarsi in occupazioni innovative.

Lavorare come tester di nuovi prodotti può essere un’opportunità interessante per arrotondare i tuoi guadagni, a seconda dell’impegno profuso. Online si trovano numerose piattaforme di intermediazione dedicate e aziende che, prima di immettere un prodotto specifico sul mercato, si affidano all’opinione di tester spedendo un gratuitamente un kit a domicilio.

 
Come funziona l’attività di tester di nuovi prodotti

Si tratta di una forma di marketing partecipativo che intende coinvolgere direttamente gli utenti, fornendo utili consigli ed idee alle imprese prima di avventurarsi sul mercato. Un altro vantaggio per le compagnie è l’aumento del pacchetto clienti, grazie alle condivisioni sui social media e al passaparola naturalmente generato dai tester, che sovente sono anche degli appassionati del brand. Anche i social network sono frequentemente protagonisti di vere e proprie campagne di reclutamento di tester.

Gli incentivi variano inevitabilmente a seconda di:

  • tipologia del prodotto testato
  • tempo dedicato alla mansione

 
 
Principali piattaforme e siti web per testare prodotti

Di seguito, ti forniamo una panoramica di tre piattaforme web particolarmente interessanti

     

  • TESTANDTELL. Registrandoti tramite la compilazione di un semplice modulo, puoi scegliere una vasta gamma di prodotti da testare, dalle fasce auto-riscaldanti agli integratori alimentari, per poi commentare e inviare la tua opinione.
  •  

  • TRND. “Noi siamo i consumatori! noi siamo i protagonisti del marketing!”, recita lo slogan di una delle community di marketing partecipativo più grandi d’Europa. Assieme ad 1,5 milioni di utenti puoi registrarti, puoi scegliere i tuoi brand preferiti tra quelli proposti, ricevere informazioni esclusive e condividere con amici e conoscenti le tue esperienze di tester, contribuendo ad incrementare la brand awareness dei prodotti.
  •  

  • TRY NEW PERFUMES. Se sei appassionato/a di profumeria, questa piattaforma specializzata propone campioni gratuiti delle migliori marche, da Chanel a Yves Saint Laurent, in cambio di opinioni

 
 
Vi sono ormai moltissimi siti web per esercitare l’attività di tester, il suggerimento è trovare quelli più confacenti alle tue competenze e alle tue passioni.

Campionigratuiti.eu per esempio propone un vasto elenco di opportunità in continuo aggiornamento.

Globaltestmarket, Toluna e Foresta di Opinioni, i più noti siti di sondaggi, offrono ricompense che vanno dai buoni acquisto ai punti convertibili in denaro.

Opinion Model “offre diverse campagne di prodotti di generi molto diversi tra loro” come, libri, integratori, crociere, elettrodomestici.

Alfemminile, community molto amata dalle donne italiane, vanta già oltre 70.000 tester.

Desideri Magazine, che propone le garanzie e l’amplissimo pacchetto prodotti del marchio Procter&Gamble, per “partecipare a campagne promozionali e risparmiare ricevendo coupon dei migliori brand”.

 
 
Premi e carte regalo senza testare prodotti

Sondaggi Nielsen
Si può fare direttamente da cellulare e l’iscrizione è gratuita e veloce. Basta rispondere ai loro questionari su navigazione internet e altre abitudini di acquisto e ricerca per poter guadagnare punti che si traducono in premi del valore di 30 euro.
 
 
 

Diventare game tester

Di appassionati ce ne sono milioni in tutto il mondo, ma pochi sanno che si può lavorare testando videogiochi. Una passione che potrebbe diventare un profitto, un extra lavorativo o una mansione a tempo pieno.

Fare il game tester ti permette di essere pagato per provare a giocare a nuovi videogiochi. Ogni anno vengono prodotte nuove release e prima di rilasciarle vengono ovviamente testate provando a giocare, analizzando e controllando le nuove funzionalità.

Ci possono essere problematiche tecniche, bug di sistema, mancanza di fluidità di movimento in un ambiente grafico e altro ancora.

Diventare un game tester offre anche l’opportunità di farsi inviare gratuitamente accessori per console, memory cards e controller da provare in anteprima. Il compito sarà sempre quello di testare e dare un opinione seria e affidabile.

E se il mondo dei videogames è il mondo che preferisci, lavorando come tester otterrai degli sconti ad eventi speciali e inaugurazioni, codici da utilizzare per superare livelli e fasi di gioco.

Il lavoro è aperto a tutti e la piattaforma che fornisce questa incredibile opportunità raccoglie i marchi più noti del gaming, da Playstation a Nintendo e Xbox.

Puoi decidere come essere pagato: in contanti, con card utilizzabili per scaricare i giochi online, tramite Paypal o ricevendo giochi e console.

Il grande vantaggio sta nella flessibilità. Non viene richiesto a nessuno un tot di ore minime al giorno, sei tu a decidere quanto “lavorare”. Ovviamente più passi il tempo a testare videogiochi maggiori saranno i tuoi guadagni.

L’industria dei videogames viene spesso sottovalutata. Il giro di affari è enorme tanto che chi sfrutta la possibilità di testare videogiochi come professione arriva a guadagnare oltre 20.000 euro ogni anno.

Fondamentalmente chi entra a far parte di questo network è a tutti gli effetti un collaboratore attivo di sviluppatori e ingegneri che passano le giornate a creare videogiochi per il mercato internazionale.

L’unico requisito è avere una minima conoscenza dell’inglese scritto e tanta, anzi tantissima passione per i videogiochi. Questo è l’indirizzo per accedere alla piattaforma e iniziare a fare il game tester.

 
 

Web e informatica, la nuova frontiera dei tester

Un’altra chance per guadagnare online è fornita dal test di app, siti web e software da lanciare sul mercato. Più che alle specifiche tecniche, gli sviluppatori sono interessati all’impatto sul consumatore medio, di conseguenza non ti verranno richieste competenze informatiche particolari.

Spesso uno dei fattori essenziali da verificare è proprio quanto un programma o un pacchetto software siano user friendly e possano catturare l’attenzione di un vasto pubblico. La necessità di queste prove per le aziende è confermata da studi anglosassoni, che mostrano come le app testate positivamente prima del lancio sul mercato beneficiano di un consenso superiore del 26,7% rispetto alla media da parte dei consumatori. Il campo informatico dunque non va sottovalutato perché, vista la veloce obsolescenza dei prodotti, il galoppante progresso tecnologico ed il ruolo chiave dei tester si tratta di una mansione destinata a crescere nell’immmediato futuro.

Crowdville è una piattaforma che propone diverse modalità di guadagno, dalla ricerca di bug ed errori, all’end to end (il test dell’intero ciclo di vita del prodotto), fino alla vera e propria creazione di nuovi prodotti.

 

Potrebbero interessarti anche...