Opportunità, tipologie di lavoro, pro e contro




Alzi la mano chi non ha mai sognato di lavorare da casa, essere padrone del proprio tempo ed evitare di perdere ore e ore in viaggio per raggiungere il proprio luogo di lavoro. Non è solo un sogno ma può essere una concreta realtà. In questa guida voglio spiegarti come si può realizzare questa alternativa e quali sono i pro e i contro di scegliere di lavorare da casa.

 

Lavorare da casa

 

  • Come freelance
     
    freelance da remoto

    Quando si parla di lavoro da casa la prima strada che mi viene in mente è quella del freelance. Il freelance è un professionista con partita IVA che svolge lavori per altre aziende senza alcun vincolo di subordinazione, secondo i propri tempi e le proprie tecniche, preoccupandosi solo di rispettare i tempi di consegna.

    Essere freelance non è sicuramente semplice perché, soprattutto in un paese come l’Italia dove a stento stiamo riuscendo a uscire da una lunghissima crisi economica, le aziende tendono a tagliare i fondi per le esternalizzazioni. Tuttavia ci sono ancora alcuni settori nei quali è possibile diventare con successo un freelance.

    Secondo una ricerca condotta da Face4Job, una nota piattaforma di matching fra domanda e offerta di freelance, le professioni nelle quali c’è ancora spazio per i freelance sono il fotografo, soprattutto se specializzato in cerimonie o settori particolari come il turismo, la moda, etc; i consulenti di finanza e contabilità oppure i personal trainer poiché il settore del benessere non conosce mai crisi. Vanno molto bene in proprio anche professioni come il responsabile della sicurezza oppure il consulente organizzativo in quanto spesso si tratta di figure ingaggiate da grandi aziende per un periodo di tempo molto limitato. Anche gli interpreti e i traduttori possono trovare il loro sbocco come freelance, seguiti dal personale del settore fashion a qualsiasi livello, partendo da sarte e modelliste e finendo ovviamente anche alle modelle. Infine, il settore per eccellenza nel quale i freelance sono molto apprezzati è quello del marketing, in particolare del web marketing, ma anche della realizzazione di contenuti di ogni tipo. Di conseguenza i giornalisti trovano spesso sbocco professionale proprio come freelance.

  •  

  • Come dipendente
     
    smart working lavoro casa

    Il concetto di smart working e di lavoro da casa, però, si fa sempre più strada anche nelle aziende con dipendenti che hanno capito i vantaggi di questa modalità di lavoro.

    Con il termine smart working si intende la possibilità che si concede ai propri lavoratori di svolgere incarichi e mansioni da casa o comunque senza un luogo di lavoro prestabilito. Questa possibilità viene data grazie all’utilizzo di strumenti come pc, smartphone, tablet e collegamento in remoto che permettono ai dipendenti di lavorare da casa come in azienda. Soprattutto le grandi aziende stanno iniziando a comprendere che una soluzione del genere porta solo vantaggi perché rende i dipendenti più sereni e in grado di bilanciare la propria vita lavorativa con quella personale. Inoltre dimezza le necessità delle aziende di avere a disposizione sedi particolarmente grandi per ospitare tutti i dipendenti, abbattendo in questo modo anche i costi aziendali.

    Lo smart working – anche definito come lavoro agile – ha conquistato negli ultimi anni sempre più aziende, anche in Italia dove colossi come la Ferrero, la Barilla oppure l’Enel hanno creato al loro interno programmi strutturati in tal senso. Il fenomeno sta talmente crescendo da attirare anche l’attenzione della legge che ha al vaglio un decreto legislativo che regolamenta il lavoro agile.

    Fra i punti focali del ddl c’è quello di equiparare diritti, doveri e retribuzione dei dipendenti subordinati che optano per programmi di smart working a tutti coloro che svolgono la propria attività lavorativa prettamente in azienda. Inoltre il ddl in fase di approvazione permette anche ai lavoratori in smart working di poter usufruire di premi e di incentivi alla produzione come tutti gli altri dipendenti.

 
Ascolta alcune testimonianze:

 

 

I vantaggi del lavoro da casa per aziende e imprenditori

Le aziende stanno lentamente comprendendo che permettere ai propri dipendenti di lavorare da casa permette una serie di vantaggi non solo per il dipendente stesso ma anche per l’azienda. Il lavoro da casa dimezza i tempi di pendolarismo dei dipendenti che si spostano da casa per raggiungere il luogo di lavoro. Questo oltre a migliorare il livello del traffico cittadino, permette anche di azzerare le spese di trasporto dei dipendenti che potrebbero essere meno incentivati a chiedere aumenti.

Inoltre con lo smart working la produttività dei dipendenti aumenta perché non vengono distratti da rumori e dalle chiacchiere dei colleghi, per cui il tempo a disposizione lo si sfrutta solo per lavorare. I dipendenti che aderiscono a programmi di lavoro agile hanno meno opportunità di ammalarsi anche perché sono meno stressati e hanno difese immunitarie migliori, oltre ad evitare di contagiarsi l’uno con l’altro. Un dipendente che ottiene la possibilità di lavorare in modalità smart working è anche più fedele all’azienda in quanto è più felice, riesce a conciliare meglio lavoro e cura della famiglia e difficilmente lascerà la sua attuale azienda per una che, invece, non propone programmi di smart working. L’azienda ha poi il vantaggio di poter assumere i migliori talenti del mercato, indipendentemente da dove si trovino. Offrire lo smart working è un ottimo modo per le aziende di avere al proprio servizio professionalità diverse anche straniere in quanto si dà al dipendente la possibilità di lavorare ovunque sia, senza dover decidere per un trasferimento della propria residenza per raggiungere il luogo di lavoro.

Infine, se i dipendenti lavorano da casa l’azienda deve spendere meno soldi per uffici, attrezzature e tecnologia, con un notevole risparmio di denaro che può essere investito in altri settori.

 

Gli svantaggi del lavoro da casa

Voglio essere completamente sincero, però, e non posso non sottolineare che però esistono anche degli svantaggi nel lavorare da casa. Chi lavora da casa, ad esempio, lamenta spesso un senso di isolamento. In ufficio infatti è possibile interagire con i colleghi mentre i lavoratori in smart working hanno la sola possibilità di socializzare con i colleghi tramite telefono e video-conferenze. Occorre poi avere molta autodisciplina. Infatti lavorando a casa non avrai il capo con il fiato sul collo che ti ricorda una scadenza ma dovrai motivarti tu per portare a termine i compiti che ti sono stati affidati nei tempi giusti.

Chi lavora da casa corre poi il rischio di farsi distrarre da altri membri della famiglia presenti oppure dalle incombenze domestiche.

 

Mi capita spessissimo di ricevere continue richieste da conoscenti e amici da quando non lavoro più in ufficio, pur facendo il triplo delle cose rispetto a prima. Io li chiamo “gli organizzatori delle vite degli altri”, quelli che “visto che non vai in ufficio”, “ma cosa hai da fare?”, “mi fai un favore tu che puoi?”, ecc.
Debora

 

Amici e parenti possono disturbarvi quando vogliono (tanto non sei in ufficio) o cosa peggiore, quando la gente sa che puoi gestirti gli orari come preferisci, si offende se non gli concedi del tempo quando loro possono (es: posso passare a trovarti oggi alle 17, va bene? E ci rimangono male se gli dici che non puoi perchè stai lavorando…
Stefano

 

Infine, è possibile che siano più limitate le opportunità di fare carriera in quanto si corre il rischio di uscire dal giro e di non mettersi sufficientemente in mostra. Non solo i dipendenti, però, hanno svantaggi dallo smart working ma anche come freelance avrai i tuoi aspetti negativi. Ad esempio, come freelance non puoi godere di tutte le tutele che derivano da un contratto stabile quindi se non lavori non vieni pagato, non puoi usufruire di ferie o di malattie, non hai diritto alla maternità.

Il freelance è per definizione un lavoratore precario che non solo dovrà preoccuparsi di portare a termine i lavori commissionati ma deve anche procurarsi nuovi clienti, tenere la contabilità, fare le fatture e così via. Inoltre si perde il contatto umano con altri professionisti e si rischia di non avere una crescita professionale proprio per il mancato confronto con altri esperti come te.

 

Home Working: lo sento, è la mia strada

 
Se ti convince il fatto di diventare autonomo, cerchi un lavoro da fare a casa e hai voglia di intraprendere un’attività seria, allora ti consiglio di proseguire la lettura di questo sito. Ho inserito degli approfondimenti per trovare opportunità e soprattutto saperle coglierle sfruttando i siti giusti e i consigli di chi ha già iniziato un lavoro simile. Ci sono grafici, giornalisti, professionisti del network marketing che guadagnano bene lavorando da soli senza orari e pressioni.

 
Per concludere…

Ciò che conta è la voglia e la passione per quello che si fa. Se all’inizio sarà dura, non preoccuparti. Lo è stato per tutti.

In bocca al lupo!