Motivare gli altri diventando un personal coach

 
 

Il Life Coaching oggigiorno si sta rivelando molto importante nelle diverse fasi della vita di un individuo, specie nell’adolescenza, nel percorso di studi, nelle relazioni. Il denominatore comune di queste tappe è che sono eventi dove il cambiamento diventa necessario. Manager, imprenditori, sportivi e “uomini comuni” nel momento in cui hanno richiesto la consulenza di un Life Coach hanno raggiunto obiettivi, precedentemente impensabili.

 

La professione del Life Coach

Il Life Coach è un professionista che ha il compito in primo luogo di scoprire il potenziale latente dell’individuo, nel momento in cui diventa suo cliente, nellìallenarlo e nel tirarlo fuori per servirsene nella vita di tutti i giorni.
Il compito primario del Life Coach consiste nell’accompagnare il cliente passo dopo passo in un percorso di cambiamento dei suoi desideri e di effettivo miglioramento dei suoi reali obiettivi mediante tutta una serie di azioni concrete che, da un lato, porteranno alla coronazione di importanti traguardi, e, dall’altro, gli garantiranno equilibrio e maturazione interiore, emotiva e psichica. Non è affatto un azzardo sostenere che grazie al Life Coach, gli individui capiscono realmente chi sono, aggirando gli ostacoli al cambiamento, migliorando le relazioni e centrando appieno i fini preposti.

 

Cosa fa il Life Coach?

Nel momento in cui un cliente richiede la consulenza di un life coach, il primo colloquio ricopre un ruolo di cruciale importanza, visto che deve essere esaustivo, coprendo in pieno le sue richieste. Queste ultime possono essere le più disparate possibili, da come affrontare una nuova sfida a come smettere di soffrire a seguito della fine di una relazione sentimentale, da come superare una cocente delusione a come svoltare con un nuovo business, dal perdere peso al migliorare il proprio self control.

Come già evidenziato, è il cambiamento che è alla base di tutto. In questo colloquio profondo, il protagonista non è il Life Coach, ma il cliente. Tocca a lui esporre le sue idee in modo specifico. Il Life Coach si limiterà al ruolo di attento ascoltatore. Prendere nota sul taccuino sarà fondamentale per proseguire il lavoro di life coaching con loro. Il buon Life Coach ha sempre un elenco di assistiti soddisfatti da utilizzare come punto di riferimento per i nuovi clienti, a seguito delle prime sessioni.

 

Competenze per diventare un affermato Life Coach

Di corsi di laurea in Life Coaching, non ne esiste nessuno. Tuttavia, per svolgere questa professione, è richiesta una forte conoscenza dei profili e delle menti. Quindi, una laurea in psicologia o scienze cognitive, pur non essendo una conditio sine qua non, si rivela di estrema utilità. Per affinare le proprie competenze, diventa utile iscriversi ad una scuola specializzata in coaching che proponga un percorso formativo che si attenga ai tradizionali standard del coaching professionale, definiti dalla Legge n. 4 del 2013. E’ bene poi che il programma formativo sia riconosciuto da associazioni internazionali del calibro della International Coaching Federation (ICF), della International Association of Coaching (IAC) e della AICP (Associazione Italiana dei Coach Professionisti). Nel corso, lo staff di docenti deve essere composto da coach e formatori esperti.

L’obiettivo di un corso di coaching deve essere quello di insegnare un metodo volto a sviluppare il potenziale del cliente. Tutto verte sulla relazione che si intesse tra le due parti. Il cliente deve essere diretto e chiaro circa gli obiettivi, le sue ansie, i suoi timori, mentre il coach deve lavorare con le sue competenze sulle sue potenzialità. Solo in questo modo è possibile centrare appieno gli obiettivi e il raggiungimento di uno stato di totale autorealizzazione.

Sulla base degli standard ICF e IAC, la durata di un corso per life coach non può essere inferiore a 3 mesi: è questo l’arco di tempo minimo richiesto per dare ai diretti interessati le skill necessarie per ricoprire questa professione e per sviluppare il know-how necessario per aiutare i clienti nelle fasi di cambiamento, oggigiorno di sicuro più frequenti rispetto al passato.




Soltanto nel momento in cui sarai certo della tua decisione, avrai la possibilità di iscriverti ad un corso di coaching, ma per diventare un formatore di punta dovrai avere voglia di imparare, determinazione e motivazione, perché come si dice spesso “E’ la testa che fa la differenza”.

 

Quanto si guadagna?

E’ una professione che viene svolta come libero professionista, per cui sarai tu a decidere quanto essere pagato. Se intendi farti un’idea, potresti dare uno sguardo ai profili e curriculum dei life e business coach presenti su siti come freelancers.com o upwork. La richiesta per una consulenza di un’ora può variare dai 30 ai 60 dollari. Devi valutare su quali aspetti vuoi puntare per specializzarti in un preciso focus; sei un più un mental coach o un business coach? Oppure aspiri a diventare una persona con un’impronta più legata alla psicologia o meditazione?
Valuta le tue capacità e i tuoi concorrenti. Potresti, come tutte le professioni autonome, esercitare da casa svolgendo appuntamenti settimanali con i tuoi clienti nel tuo studio o presso i loro uffici. Un proprio blog personale o una pagina Facebook ti aiuterebbe a fare personal branding e aumentare i tuoi contatti.

 
Conclusioni

Pertanto, se intendi iniziare, eccoti 5 suggerimenti imprescindibili:

1. Non credere a tutto: corsi online, certificati, durate troppo brevi dei corsi non sono ciò di cui hai bisogno per diventare un coach di successo. Perciò, come leggi queste informazioni, lascia perdere. Sprecheresti tempo e denaro!

2. Il coaching è un business e tu sei imprenditore di te stesso: il tuo cliente non sarà mai un tuo amico. Ergo, non dovrai dargli consigli su cosa fare, ma accertarti che eseguirà determinate azioni.

3. Impegnati: passione e motivazione sono fondamentali per dare ai clienti futuri quella scossa necessaria al cambiamento.

4. Ottieni tutte le migliori credenziali per vendere te stesso ai tuoi futuri clienti: per farlo, ti servono i consigli dei migliori professionisti del settore. Ergo, in fase iniziale, dovrai accertarti dei risultati ottenuti dai formatori del corso a cui parteciperai. Non avere timore di investire, se questa è la tua ambizione.

5. Rivolgiti ad una nicchia precisa: solo in questo modo potrai differenziarti dagli altri Life Coach. Di business ce ne sono a iosa, dal business coaching a quello per le imprese, dal professionista sportivo a quello delle relazioni, da chi intende migliorare le carriere altrui a chi vuole migliorare l’ immagine dei clienti. E non solo. A te la scelta!

 

Devi assolutamente leggere questi libri:

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...